Vendere moto incidentata: 5 dritte per evitare truffe

Vendere la moto incidentata è una soluzione realmente a portata di mano di chi ha subito un incidente e si trova con una moto pesantemente danneggiata, che nella migliore delle ipotesi richiede ingenti riparazioni. Stiamo parlando di una soluzione particolare, che molti nemmeno conoscono. Dunque, è lecito provare un certo disorientamento di fronte alla possibilità di vendere una moto incidentata. Il rischio più grande, in questo caso, è di cadere in qualche tranello, risultare vittima di qualche truffa. Non che siano granché diffuse, ma la possibilità c’è.

Tante vale, quindi, fornire qualche consiglio per evitarle e riuscire nell’intento di vendere la propria moto anche se reduce da un grave incidente. Parleremo poi delle peculiarità di Ritiro Moto Incidentate, servizio di acquisto moto incidentate

Perché vendere una moto incidentata

Partiamo dalla descrizione del servizio in sé, o per meglio dire dalla soluzione che tale servizio consente di adottare. Vendere una moto incidentata significa risolvere molti problemi, i quali riguardano ovviamente la gestione del post-incidente. Sia chiaro, se l’incidente è seguito da un sinistro, e questo risulta favorevole, allora non bisogna fare altro che aspettare e non disattendere le poche regole che la compagnia impone. In poco tempo, ci si ritroverà con una moto funzionante, che performa come in precedenza. Il problema vi è quando il sinistro è sfavorevole o non può essere aperto. Un’eventuale tutt’altro che rara, se si pensa ai tanti casi in cui l’incidente non ha coinvolto altre persone. Nella fattispecie, le riparazioni sono a carico del proprietario. Il problema è che spesso le riparazioni sono così pervasive da risultare troppe costose, e in senso assoluto e relativamente al valore della moto. Ecco che si pensa alla demolizione, soluzione dolorosa e che risolve solo in parte il problema. Anche la demolizione, infatti, costa.

La vendita della moto incidentata, invece, non solo toglie le castagne dal fuoco ma permette di prendere due piccioni con una fava. Non ci si limita a risparmiare denaro, ma lo si guadagna anche.

5 consigli per chi vuole vendere una moto incidentata

Come già anticipato, il servizio di acquisto moto incidentata è una soluzione sui generis, a cui ben pochi sono abituati. Da qui, il rischio di rimanere vittima di truffe. Ecco qualche consiglio per evitare questo spiacevole inconveniente.

  • Ignorare le piattaforme e i gruppi di compro-vendo usato. Quando si viene a sapere della possibilità di vendere le moto incidentate, la prima tentazione è fare da sé. Dunque, si pubblica un annuncio nelle piattaforme e nei gruppi di compro-vendo usato. Peccato che sia una scelta pessima, che causa perdite di tempo e che si rivela inefficace. D’altronde, piattaforme e gruppo sono popolate da gente “normale”, e che avrebbe gli stessi problemi del proprietario acquirente, nella gestione di una moto guasta. Il rischio è quindi quello di incorrere in falsi compratori.
  • Fare riferimento solo a ditte o a società che si focalizzano su questo servizio. Dunque, affidatevi solo a ditte vere e proprie. Anzi, solo a ditte specializzate nella compravendita di moto guaste. Solo in questo modo sarete certi di non incorrere in truffe.
  • Verificare la presenza di feedback online. Ovviamente, esistono ditte e ditte. Alcune lasciano a desiderare, altre propongono buoni affari. L’unico modo per acquisire consapevolezza circa  la qualità del servizio prima ancora di fruirlo è verificare/analizzare i feedback degli ex clienti.
  • Non erogare pagamenti in anticipo. Un altro consiglio per evitare truffe è rifiutarsi sempre e comunque di effettuare pagamenti in anticipo. Il procedimento di compravendita dev’essere regolare e soprattutto dipanarsi secondo i canoni classici, quelli in uso presso le compravendita in condizioni normali, non dettate da emergenza.
  • Non accettare metodi di pagamento particolari. Stesso discorso per tutti quei casi in cui vengono richieste azioni ambigue, come il pagamento in valuta non ufficiale o secondo metodi poco ortodossi, che si pongono al di fuori dei circuiti internazionali.

A chi rivolgersi

Il miglior modo per godere di un buon servizio è fare riferimento a una ditta che ha già dimostrato il suo valore, che è già un punto di riferimento per chi vuole vendere una moto incidentata. Per esempio, Ritiro Moto Incidentate. Come suggerisce il nome, si offre anche di ritiro in loco la moto. Un dettaglio non di poco conto, se si considera che per definizione i veicoli guasti non possono “camminare” ma, anzi vanno trasportati di peso. Ritiro Moto Incidentate si fa apprezzare anche per le modalità di elaborazione dei prezzi, che sono oggettive e di facile comprensione. I preventivi vengono inoltre erogati in breve tempo, sicché il servizio spicca anche per la tempestività.