Il protocollo tabata per l’allenamento

Le procedure di allenamento hanno subito molte variazioni, ci sono diversi programmi che si possono fare e vengono fatti anche a casa. Per tutti quelli che non hanno la possibilità di andare in palestra, oggi si può fare home fitness, e trovare tutti gli attrezzi necessari su https://ffitness.it//  Uno degli allenamenti da casa che viene più utilizzato e porta numerosi vantaggi alla salute è il protocollo tabata, scopriamo di cosa si tratta.

Come funziona il protocollo tabata

Il protocollo tabata è un metodo di allenamento che nasce negli anni 90 in Giappone, sviluppato dall’omonimo scienziato. La principale caratteristica di questa tipologia di esercizi rientra nella categoria degli intervalli ad alta intensità chiamati High Intensity Interval Training. L’obiettivo del protocollo tabata è quello di andare a migliorare le caratteristiche aerobiche e anaerobiche oltre la soglia, sviluppando la potenza lattacida  e la tolleranza al lattato.

Questo tipo di allenamento viene particolarmente consigliato per prepararsi fisicamente per gli sport da combattimento o per la corsa, dove viene fatto uno sforzo avanzato. Il protocollo prevede l’esecuzione di sette o otte ripetute da effettuare al massimo dell’intensità e che viene alternata con dieci secondi di recupero passivo per una serie che ha una durata di quattro minuti. Le pratiche di allenamento tabata necessitano di un riscaldamento e un’attivazione molto accurata e rimane fondamentale anche fare un esercizio di defaticamento.

Uno dei principali vantaggi di un allenamento ad alta intensità con uno sforzo concentrato e faticoso è sicuramente la sua breve durata, che si adatta perfettamente a chi ha poco tempo e fa allenamento di casa. Il tabata è sconsigliato a neofiti dell’allenamento visto l’alto livello di fatica e quindi consigliabile evitare in questo caso di fare sovraccarichi.

A cosa serve il protocollo Tabata

Il protocollo del tabata secondo degli studi sperimentali porta numerosi benefici al corpo e alle mente; infatti, secondo alcuni studi bastano circa 42 giorni per poter cominciare a vedere dei risultati. I miglioramenti riguardano soprattutto le capacità aerobiche andando a incrementare il massimo consumo di ossigeno e quelle anaerobiche aumentando il debito di ossigeno.

Secondo gli studi utilizzando l’allenamento ad alta intensità massimale le capacità aerobiche aumentano molto di più rispetto ad un classico allenamento aerobico. E’ importante sapere che ci possono essere anche delle controindicazioni nel protocollo tabata.

La prima cosa nel tabata, visto l’eccessivo lavoro che viene fatto, è quella di evitare dei sovraccarichi perché l’affaticamento deve essere orientato al metabolismo. Oggi ci sono diverse tipologie di tabata che possono essere usate, ci sono delle varianti che permettono di utilizzare degli attrezzi come bilancieri e kettlebell.