La Festa dell’ottimismo

21 ottobre 2017

Il Foglio ha sposato un causa persa? Per ora si. In Italia l’ottimismo è minoranza, in politica, nell’informazione, nel sistema educativo e così via. Non è nemmeno un fenomeno solo italiano. Il radicalismo nichilista, catastrofista (declinista lo definisce il capobanda e direttore Cerasa) dilaga un po’ ovunque. E allora? L’incontro di Palazzo Vecchio è stato solo il rassemblement di liberal isolati, un po’ professorali e supponenti, destinati a restare inascoltati? Non è detto.

I giovani analisti internazionali de Il Foglio, per esempio, hanno spiegato che la Brexit, alla fine, ha prodotto un ritorno di europeismo. Forse un vaccino dai sovranismi. L’Isis è stata battuta a Raqqa, certo non è finita, ma lo “Stato in nero”, il sogno di tanti Foreign Fighters è fallito. I giovani non amano i perdenti e la sconfitta è il miglior farmaco contro “la moda” e la credibilità del radicalismo. Per questo a Raqqa qualcuno si strappa il velo e ascolta musica rock. E Donald Trump ? Il “Twitter in Chief” resta dannoso, ma appare assai ridimensionato sia dalla realtà, che dalle istituzioni democratiche.

Lo stesso ragionamento vale per i miglioramenti che l’innovazione, la chimica e le mutazioni genetiche tra vegetali (le melanzane venivano chiamate Mele Insane) hanno portato ad un’agricoltura moderna, alla vita ed anche sulle nostre tavole.
Insomma gli interventi di Firenze (tra gli altri, quello coraggioso di Ilaria Capua) dimostrano che c’è da essere meno pessimisti di quanto tendiamo ad essere, anche noi ottimisti.
Il Foglio prova a superare questo apparente paradosso e svela qualcosa che ci viene continuamente occultata: la realtà. Per farlo, piuttosto che pensare bene o male, meglio o peggio dobbiamo tornare a ragionare. Per essere ottimisti, insomma, si deve reimparare (ad essere razionali, non il contrario).
Un link scientifico e incoraggiante? Qui

Taggato con: , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Menù Velardi

http://www.claudiovelardi.com

Matteo Renzi: appunti per la maturità

Sperava di avere più tempo a disposizione per crescere, Matteo Renzi. Forse due anni fa non immaginava così

claudiovelardi.com

Interviste