Quando il gioco si fa duro e gli amici di Renzi

15 luglio 2017

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.

Davanti allo tsunami di fiele seguito al libro di Matteo Renzi, mi è venuto in mente Bluto in Animal House. Il coraggio è il contrario del bullismo, bullismo quello di Renzi. Semmai è bullismo tardivo quello di D’Alema: “finché vivo”. Bullismo pavido quello di Enrico Letta che dà del matto a Renzi sottilmente per non esporsi. Lo spacciano per rancore i rancorosi alla De Bortoli: precisatore non scusante, che cerca di far fuori il maleducato di talento col veleno dei beneducati da salotto. Il libro è circostanziato e argomentato nelle proposte, dettagliato in difesa delle cose fatte, molto chiaro nell’attacco contro l’ipocrisia e le moltissime contraddizioni dell’avversario e non manca di considerazioni autocritiche. Per fortuna nel libro non c’è la auto-critica dell’esistenza in vita, che è quella più richiesta dai nemici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Menù Velardi

http://www.claudiovelardi.com

Matteo Renzi: appunti per la maturità

Sperava di avere più tempo a disposizione per crescere, Matteo Renzi. Forse due anni fa non immaginava così

claudiovelardi.com

Interviste