Cara Boldrini: qualche proposta urgente su lobbying e trasparenza

8 settembre 2015

Gentile Presidente della Camera Laura Boldrini

Svolgo da diversi anni il lavoro di lobbista, ed ho avuto modo di interloquire spesso con chi si è occupato di lobbying. In questa legislatura ho apprezzato il lavoro e l’interesse Suo e di numerose forze politiche nei due rami del Parlamento, per regolamentare la attività di rappresentanza di interessi. Considero importante anche la Sua iniziativa per adottare un codice di comportamento da parte degli eletti.

Agitare la parola lobby come una clava può servire a finire sui giornali, ma non a dare risposte. I cittadini, prima ancora dei rappresentanti di interessi, si chiedono cosa si è fatto per regolamentare questa attività. L’urgenza dei problemi e le iniziative dell’esecutivo hanno incrementato molto il lavoro di questa legislatura, le discussioni, l’emanazione di provvedimenti e le conseguenti attività attuative. La trasparenza, la partecipazione, il rapporto con cittadini ed interessi sono sempre più necessari per un il funzionamento delle democrazia.

Le polemiche non aiutano né le istituzioni, né chi vuole interloquire costruttivamente. Se l’obbiettivo è ridurre gli spazi esclusivi, eliminare le aree grigie dove regnano i lobbisti ombra, anche interni alle istituzioni, o mettere fine ai traffici di interessi non esplicitabili, allora bisogna agire, non solo denunciare.

Il Parlamento si appresta ad una ripresa impegnativa: DDL concorrenza, codice appalti, leggi europee. Una legge di stabilità che si annuncia assai rilevante per la spesa pubblica ed il fisco. Il tutto oltre al percorso delle riforme istituzionali. Non è credibile che la benedetta legge sul lobbying si voti presto, anche se non abbiamo perso la speranza.

C’è dunque il rischio, anzi la certezza, che si torni a denunciare “l’assalto alla diligenza”, la “ressa dei questuanti”, il “mercato delle lobbies”. Torneranno misure plateali e assurde per mettere i parlamentari in quarantena o alla gogna? Si svilirebbe, senza entrare nel merito, il lavoro del Parlamento. Con una certa dose di ipocrisia per cui sono tutti lobbisti quelli che sostengono le tesi degli altri. Ignorando invece il lavoro faticoso di chi interviene legittimamente per migliorare col dialogo la qualità della legislazione.

Aspettando la adozione dei provvedimenti incardinati mi permetto qualche proposta:

  1. Perché sulla legge di stabilità le commissioni interessate non possono svolgere, 10 giorni prima, una audizione per ricevere proposte preventive da parte dei lobbisti che lo richiedono in piena trasparenza?
  2. Perché non trasmettere in streaming tutti i lavori delle commissioni? Togliendo di mezzo qualunque presunzione di opacità, trasformando i corridoi del potere in autostrade di vetro.
  3. Perché non pubblicare in tempo reale tutti i pareri, anche quelli informali resi dal governo, inviati alle commissioni della Camera (non si capisce perché alcuni siano riservati) e tutti gli elaborati nelle diverse fasi?
  4. Perché non aprire delle mailbox specifiche, o dei forum online, sulle discussioni in corso, così da poter ricevere suggerimenti e proposte dai soggetti che si vorranno iscrivere liberamente alle fasi istruttorie in rete? Una autoregolamentazione che anticipi un vero albo dei lobbisti, dove sarà possibile testare quanti interessi vengono messi in gioco, e a quali proposte si vorrà rispondere. Un impegno di trasparenza, volontario, da parte di tutti.

Sono misure pratiche, occasionalmente già adottate su specifici temi, e si possono realizzare online e senza particolari aggravi. Perché non accogliere almeno queste, intanto?

Massimo Micucci
@buzzico

Taggato con: , , , , , ,
0 commenti su “Cara Boldrini: qualche proposta urgente su lobbying e trasparenza
1 Pings/Trackbacks per "Cara Boldrini: qualche proposta urgente su lobbying e trasparenza"
  1. […] con un po’ di comunicazione e qualche confronto più aperto (magari prendendo ispirazione da queste proposte di Massimo Micucci indirizzate al presidente della Camera Boldrini, noto censore dei […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Menù Velardi

http://www.claudiovelardi.com

Matteo Renzi: appunti per la maturità

Sperava di avere più tempo a disposizione per crescere, Matteo Renzi. Forse due anni fa non immaginava così

claudiovelardi.com

Interviste